Progetti

EduCARE_PROGETTI

Sono tanti i progetti che Associazione Edu-CARE implementa e che coprono trasversalmente Orientamento e Formazione.
Già attivi e testati sul territorio, possono essere replicati su richiesta.

PROGETTO EULEGO

L'Associazione Edu-CARE, col contributo della Fondazione CRT, apre il primo doposcuola specializzato per il supporto a minori dagli 8 ai 13 anni con caratteristiche di disagio derivanti dai Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). A questo progetto si affianca un servizio di sostegno psicologico a docenti, famiglie e ragazzi; in parallelo diffonde l’informazione DSA sul Territorio ed attiva corsi di formazione per docenti.

ORIENTAMENTO SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

Per le classi terze medie, azioni di informazione e consulenza orientativa in uscita.

PROGETTO “DIVERSINSIEME”

Finanziato dal Programma operativo della Regione Piemonte del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2007-2013, si tratta di un’iniziativa per la diffusione della cultura e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro. Il prodotto finale prevede la realizzazione di un lavoro artistico che verrà divulgato attraverso radio, giornali, tv, web tv.

PROGETTO AL DI LA’ DEL MARGINE

Oggi la crisi economica e del mercato del lavoro rende sempre più vulnerabili le persone che già gravitano in una condizione di fragilità sociale e lavorativa. L’esclusione sociale, l’isolamento e l’assistenzialismo “cronicizzato” sono rischi concreti se non si attuano delle azioni di sostegno lavorativo e di supporto ai percorsi di autonomia. La proposta prevede la creazione di due sportelli lavoro ubicati su territorio della Circoscrizione 9 di Torino per attività di orientamento e di supporto nel reperimento di un lavoro.

PROGETTO INIZIATIVA LAVORO

Si tratta di un programma sperimentale, finanziato da Fondazione CRT, in collaborazione con le agenzie che si occupano di servizi al lavoro, al fine di creare percorsi di incontro domanda/offerta per favorire l’accesso al mondo del lavoro di giovani in cerca di primo impiego o di adulti che vogliano reinserirsi dopo lunghi periodi. L’obiettivo finale viene raggiunto attraverso attività di accompagnamento, orientamento e formazione presso imprese e aziende.

VISIONE OTRALTRA VISIONE

Inserito in Erasmus+, il progetto si pone come finalità generale la lotta alla xenofobia ed al razzismo. Agli animatori viene offerta la possibilità di confrontarsi e sperimentare nuove metodologie rispetto ai fenomeni del razzismo e della xenofobia. Ai giovani viene offerta la possibilità di sperimentare per un periodo la condizione di "essere straniero" e a ripensare lo straniero come portatore di ricchezza e non come una minaccia, il tutto attraverso lo scambio fra animatori dei diversi paesi e sotto la guida di un formatore esperto.

SPES@LABOR

Spes@Labor è un progetto di Comunità Murialdo Piemonte e Gruppo Spes iniziato nel 2013 in collaborazione con l'Istituto Penale per Minorenni Ferrante Aporti di Torino, che mira al reinserimento di giovani detenuti all'interno del tessuto sociale, mediante interventi di inclusione lavorativa e professionale.
Il programma prevede l’apprendimento delle competenze dell’addetto alla produzione del cioccolato attraverso la formazione teorica e la pratica nel laboratorio allestito all’interno del carcere. In parallelo l’attività educativa proposta da Edu-CARE fa sì che l’esperienza pratica diventi per il giovane anche occasione per relazionarsi e imparare a “fare bene insieme” in un luogo, il laboratorio del cioccolato, dove vengono privilegiati ascolto e condivisione.

PROGETTO THINK CLEAN - MUNDUS

I ragazzi ospiti dell’Istituto Penale Minorile “Ferrante Aporti”, a cui il progetto è rivolto, necessitano di stimoli per un’opportuna crescita umana ispirata a principi educativi e civili. Il servizio prevede la costituzione di una squadra di lavoro composta da educatori e da giovani detenuti che si occupino dell’igiene ambientale. La finalità del progetto è la promozione di una cultura del lavoro, con l'opportunità a favorire condotte legali e l’uscita da percorsi assistenziali al termine della detenzione.

PROGETTO FUTURO ANTERIORE

Attività di presa in carico, accompagnamento educativo, orientamento, ricerca risorse e inserimento in tirocinio di minori e giovani adulti dell’area penale esterna o detenuti in misura alternativa, sostitutiva o ammessi al lavoro esterno. Promosso dal Ministero della Giustizia, in ATI con cooperativa Esserci (ente cpaofila), Forcoop, Casa di Carità, cooperativa San donato, Uisp.

PROGETTO FONDO REGIONALE DISABILE

Questo progetto mira al recupero funzionale della persona diversamente abile, così come del suo recupero sociale e soprattutto dell’integrazione lavorativa. La finalità generale è quella di fornire risposte quanto più differenziate anche attraverso la massima integrazione con le realtà istituzionali che gravitano intorno all’utente. In concreto, si attivano opportunità formative e orientative spendibili nel mondo del lavoro, fornendo in parallelo un intervento individualizzato per il sostegno all’autonomia individuale.
PROGETTO CONCLUSO.

PROGETTO STUDIOPEN

Progetto realizzato con il contributo della Compagnia di San Paolo, in partnership con il Ministero della Giustizia, l’Istituto penale minorile “Ferrante Aporti” e Comunità Murialdo Piemonte, per l’attivazione all’interno del carcere di attività educative volte all’integrazione sociale, al mantenimento di una condotta legale dei minori sottoposti a procedimenti penali presso il Tribunale dei Minorenni di Torino.
PROGETTO CONCLUSO.

PROGETTO ORIENTAUNO

Edu-CARE pone al centro l’individuo nel suo percorso di crescita e di maturazione verso le scelte, in un processo continuo che deve iniziare a scuola e avvicendarsi durante tutta la vita. La persona diventa artefice della propria storia e dall’orientamento si passa così all’autorientamento, basato sul concetto di empowerment (rafforzamento del soggetto in termini di costruzione del sé, di maggiore consapevolezza di sé e del senso di autoefficacia). Le scuole che dal 2001 hanno potuto beneficiare del nostro intervento orientativo sono le scuole medie statali “A. Meucci”, “U. Foscolo”, “I. Calvino” e la scuola primaria del circolo didattico “G. Pacchiotti.
PROGETTO CONCLUSO.